itinerarinvetta

Cerca
Cerca

Vai ai contenuti

Bocchette Centrali

Ferrate


Percorso agganciato al Sentiero Sosat .Dal Rifugio Alimonta (2580m) si inizia facilmente sul sentiero 323 salendo poi per il nevaio degli Sfulmini alla ventosa Bocca di Armi, dove č posto l'inizio della Via . Dopo le prime scale in ferro si raggiunge la cengia che, con fune metalliche, porta sul versante est delle Torre di Brenta qu inizia i la vera 'traversata su cengia' delle Bocchette Centrali, che in breve porta al punto chiave della ferrata: l'emozionante cengia a forma di ferro di cavallo del sentiero Figari. Questo tratto largo non pių di 50 cm, molto esposto ma ottimamente attrezzato, porta sotto gli Sfulmini all'impressionante vista sul Campanile Alto e lo splendido Campanile Basso. Da qui si continua quindi in leggera discesa, sempre sul versante orientale, aggirando prima il Campanile Alto per scendere con attenzione su rocce spesso bagnate ad un nevaietto facile. Superato quest'ultimo si continua a scendere in un ambiente maestoso, per arrivare quasi a toccare il mitico Campanile Basso. Scavalcata la forcella con breve salita su terreno scivoloso si raggiunge una croce in ferro, prima di scendere verso destra sul versante ovest del Cima Brenta Alta. Da qui consunti gradini e scale scendono ad un'altra cengia che si segue rimanendo in quota. Godendo della splendida vista sulla Cima Tosa e sul Crozzon di Brenta, infine si percorrono le ultime scale in ferro ed il nevaio finale .Un ultimo sforzo e in circa 20 minuti si arriva al rif Pedrotti dove una buona birra ci aspetta . Rientrare al Vallesinella per sentiero 318 .Trattasi di percorso su cengia non difficile ma a tratti molto esposto .

Dolomiti di Brenta
Dislivello circa 300
Sentieri 318
Tempo circa 4 ore

Galleria Foto



Home | Trekking | Ferrate | Ciaspole | Casere e Rifugi | Meteo | Link | Chi siamo | Download | Libro di Vetta | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu