itinerarinvetta

Cerca

Vai ai contenuti

Mangart/ Ferr Slovena

Ferrate

Raggiungere Tarvisio quindi proseguire e valicare il passo del Predil entrando cosi in Slovenia poco dopo il passo imboccare la stretta strada a sx che sale verso il monte Mangart ,circa 10 km di tornanti .(a pagamento nel periodo estivo 5€) Dopo aver superato le indicazioni per il rif Koca na Mangartskem la strada compie un anello a senso unico dove e possibile parcheggiare in uno dei tanti spiazzi disponibili. Salire lungo l'evidente sentiero segnalato (cerchio rosso e bianco) che attraversano la Forcella Lavina e le pendici del monte Traunik superando un salto roccioso agevolati da alcuni cavi giungiamo forcella Mangart dove possiamo vedere sotto di noi la piana dei laghi di Fusine il Bivacco Nogara e la parte finale della ferrata Italiana. Iniziando a salire le pendici del Monte troviamo le indicazioni per la ferrata Slovena ,il sentiero taglia il canalone e in pochi minuti ci porta all'attacco della via . Indossato l'imbrago e partiamo verso la cima che raggiungiamo in circa 1ora e poco più la ferrata e facile e sicura,fin troppo visto la notevole vicinanza dei funti fissi ed e quasi un sentiero attrezzato più che una ferrata . Dalla vetta in condizioni di buona visibilità il panorama dovrebbe essere notevole . Pausa pranzo firma del libro di vetta e scendiamo per il sentiero Sloveno (via normale) discesa che risulta quasi più difficoltosa
della salita in quanto il primo tratto scende per sentiero friabile per poi proseguire su una cengia rocciosa che taglia in orizzontale il monte fino a raggiunger l'ultimo tratto che scende verso forcella Mangart su scivolose placche rocciose,discesa agevolata attrezzature fisse. Arrivati alla forcella seguire il sentiero utilizzato per l'andata.

Gruppo Alpi Giulie
Carta Tabacco n° 19
Dislivello totale 650 metri450 la ferrata
Normale dotazione da ferrata.
Tempo Totale 4,30





Home | Trekking | Ferrate | Ciaspole | Casere e Rifugi | Meteo | Link | Chi siamo | Download | Libro di Vetta | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu